Piazza Garibaldi 1 - Tel. +39 0422 858900

PEC protocollo.comune.pontedipiave.tv@pecveneto.it

Contrasto: a
Testo:
a a a
mappa del sito | Home
Sei in: Biblioteca » Informazioni e richieste » Infodesk » 10 dicembre 2012 - Giornata Mondiale dei Diritti Umani

10 dicembre 2012 - Giornata Mondiale dei Diritti Umani

 Dichiarazione universale dei diritti umani

La Giornata Mondiale dei Diritti Umani è una celebrazione sovranazionale che si celebra in tutto il mondo il 10 dicembre.

La data è stata scelta per ricordare la proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani, il 10 dicembre 1948,  la cui redazione fu promossa dalle Nazioni Unite affinchè trovasse piena applicazione in tutti gli stati membri.

La Dichiarazione universale dei diritti umani è composta da un preambolo e da 30 articoli che sanciscono i diritti individuali, civili, politici, economici, sociali, culturali di ogni persona. I diritti dell'individuo vanno quindi suddivisi in due grandi aree: i diritti civili e politici e i diritti economici, sociali e culturali.

La dichiarazione parte dai primi principi etici classici della tradizione "illuminista" europea e arriva fino al Bill of Rights (1689), alla Dichiarazione d'Indipendenza statunitense (4 luglio 1776), ma soprattutto la Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino formulata nel 1789 in piena Rivoluzione Francese, i cui temi di fondo (i diritti civili e politici dell'individuo) hanno costituito l'ossatura portante di questa carta.

 

Per approfondire:

Scarica la Dichiarazione Universale, è disponibile anche in versione semplificata per i ragazzi direttamente dal sito di Amnesty International.

La Dichiarazione Universale secondo i ragazzi delle scuole, Il Senato della Repubblica, nel quadro delle attività di formazione e di avvicinamento del mondo della scuola alle Istituzioni, attiva dall'anno scolastico 2008/2009 il progetto didattico-educativo "Testimoni dei diritti", rivolto alle classi delle scuole secondarie di primo grado.

La Giornata Mondiale raccontata dai migranti, l'Unar, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, chiama gli stessi immigrati a esserne protagonisti e relatori.

L'universalità dei diritti contestata in Svizzera, l’Unione democratica di centro (UDC), il maggiore partito nazionale, contesta l’universalità dei diritti umani, come pure il primato del diritto internazionale rispetto alla legislazione nazionale, un principio definito dalla Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati del 1969.